Codice etico

Il CDA di Leganet si è riunito in data 13 luglio 2021 ed ha approvato il seguente Codice Etico:

Sommario

  1. Introduzione
  2. Linee generali
  3. Ambito di applicazione e vigenza
  4. Principi etici generali
  5. Regole di condotta negli ambiti specifici
  6. Informazioni riservate e tutela della privacy

1.     INTRODUZIONE

Leganet S.r.l. è la società della Lega delle Autonomie Locali Italiane (ALI). Costituita nel 2002 fornisce servizi di consulenza e di innovazione tecnologica per Enti locali ed Aziende a partecipazione pubblica. Il presente codice etico  (di seguito anche “Codice etico” o “Codice”) esprime gli impegni e le responsabilità etiche nella conduzione degli affari e delle attività aziendali di Leganet S.r.l. (di seguito anche “la Società”) e definisce l’insieme dei valori e dei principi, nonché le linee di comportamento, che devono essere assunte dagli amministratori della Società, da tutte le persone legate da rapporti di lavoro con la Società e, in generale, da tutti coloro che operano con la Società, quale che sia il rapporto che li lega alla stessa nonché da soggetti terzi che intrattengono con la Società rapporti d’affari.

Le disposizioni contenute nel Codice Etico hanno l’obiettivo di indicare alcuni importanti valori e regole di condotta aziendale poste a presidio della reputazione e dell’immagine della Società, cui si deve conformare tutto il personale interno alla Società, i collaboratori e i partner commerciali esterni. La creazione e la diffusione dei valori d’impresa non può, infatti, essere disgiunta da un effettivo rispetto di principi fondamentali quali la correttezza professionale, l’integrità personale, l’effettiva tutela della salute e della sicurezza nell’ambiente di lavoro, nonché la trasparente competizione sul mercato da parte di tutti i soggetti che vi operano.

Pertanto, il presente Codice Etico è da considerarsi elemento essenziale e funzionale del Modello Organizzativo che la Società adotta ai sensi del D. Lgs. n. 231/2001. Il Codice costituisce la carta dei diritti e dei doveri morali che definisce la responsabilità etico-sociali di ogni partecipante all’organizzazione imprenditoriale.

2.      LINEE GENERALI

La Società riconosce l’importanza della responsabilità etico-sociale nella conduzione degli affari e delle attività aziendali e si impegna ad operare nel rispetto dei legittimi interessi dei propri Stakeholder e della collettività in cui opera. Per gli “Stakeholder” si intendono i soci, gli amministratori, i dipendenti, i collaboratori, i clienti, i fornitori, i partner d’affari e coloro con i quali si interfaccia la Società. Sono, inoltre, Stakeholder i singoli o i gruppi, nonché le organizzazioni e le istituzioni, i cui interessi sono influenzati dagli effetti diretti e indiretti delle attività della Società.

Parallelamente, la Società si aspetta da tutti i Destinatari di questo Codice, ossia i soci, gli Amministratori, i Dipendenti, gli Agenti (intesi come persone fisiche e giuridiche) i Collaboratori, i Collaboratori Esterni, i Fornitori, i Partner d’affari e tutti i soggetti che operano con la Società sulla base di un rapporto contrattuale, di natura anche occasionale o temporanea, il rispetto delle regole aziendali e dei principi stabiliti nel presente Codice.

Le norme esposte nel Codice sono intese a proteggere l’integrità della Società e ad assicurare la conformità agli standard etici professionali applicabili, nonché alle leggi ed alle regolamentazioni di ciascun Paese in cui opera.

Una condotta non conforme al Codice può comportare azioni disciplinari e quindi determinare le sanzioni previste dal CCNL a carico del trasgressore, a seguito di un procedimento indipendente e autonomo rispetto all’eventuale procedura sanzionatoria azionata per violazione degli obblighi di cui agli artt. 2104[1] e 2106[2] del codice civile.

3.      AMBITO DI APPLICAZIONE E VIGENZA

Il presente Codice Etico si applica alla Società e le sue disposizioni sono vincolanti per tutti i Destinatari dello stesso, così come sono stati definiti nel Paragrafo precedente. In particolare, gli Amministratori della Società e tutte le altre figure apicali devono attenersi ai principi del Codice nel fissare gli obiettivi aziendali, nel proporre gli investimenti e nel realizzare i progetti di sviluppo aziendale. Inoltre, i consulenti nel dare concreta attuazione alle attività gestionali, dovranno ispirarsi ai principi contenuti nel Codice, sia all’interno della Società, rafforzando così la coesione e lo spirito di reciproca collaborazione tra tutti i livelli aziendali, sia verso i terzi che entrano in contatto con la Società.

4.      PRINCIPI ETICI GENERALI

Nella convinzione che il principale fattore di successo di ogni impresa sia costituito dal contributo delle persone che vi operano, la Società riconosce la centralità delle risorse umane, alle quali sono richieste professionalità, dedizione, lealtà, onestà e spirito di collaborazione, tutela e riservatezza dei dati.

Di seguito sono riportati i principi etici fondamentali riconosciuti dalla Società a cui devono necessariamente fare riferimento tutti i soggetti coinvolti nell’attività d’impresa, al fine di salvaguardare il buon funzionamento, l’affidabilità e la reputazione della Società stessa.

La Società, nello svolgimento delle proprie attività, agisce nel rispetto delle leggi e dei regolamenti applicabili, nonché del Codice e delle procedure interne. Il rispetto delle normative nazionali e internazionali è da considerarsi la condizione vincolante ed imprescindibile del proprio agire.

  • LEGALITA’

Nello svolgimento delle rispettive attività, i Destinatari di questo Codice si attengono ai principi di legalità espressi dal nostro ordinamento, avendo specifico riguardo alla finalità di prevenzione dei reati di cui al D.Lgs. n. 231/2001. In nessun caso, il perseguimento dell’interesse o di un vantaggio, anche indiretto, per la Società può giustificare una condotta in violazione dei predetti principi, regole e procedure. Tale impegno dovrà valere anche nei confronti dei Collaboratori esterni, dei Fornitori e dei Clienti, nonché, più in generale, nei confronti di chiunque abbia rapporti con la Società. La Società non darà inizio, né proseguirà, nessun rapporto con coloro che non intendano rispettare tale principio o ne risolverà rapporti in base alle violazioni.

I Destinatari del Codice, di conseguenza, devono essere a conoscenza delle leggi e delle condotte che ne devono conseguire. Ove sorgessero ipotesi di dubbio, o si rendessero necessari maggiori chiarimenti, essi devono interpellare i propri superiori diretti o gli organi societari preposti.

  • IMPARZIALITÀ

Nelle decisioni che influiscono sulle relazioni con i propri Stakeholder, la Società evita qualsiasi forma di discriminazione fondata sull’età, sul sesso, sull’orientamento sessuale, sulla salute, sull’origine razziale ed etnica, sulla nazionalità, sulle opinioni politiche e sulle credenze religiose. La Società è impegnata a garantire un ambiente di lavoro positivo, costruttivo e dinamico che supporti l’eventuale eterogeneità dei singoli e dei loro talenti, opinioni e vedute, garantendo a tutti pari opportunità. Nella selezione dei dipendenti e dei collaboratori, la Società si astiene da comportamenti discriminatori, valutando i candidati sulla base di criteri di merito, di competenza, di professionalità, di condotta etica e tenendo conto delle effettive esigenze aziendali. Nella conduzione di qualsiasi attività, devono essere evitate situazioni nelle quali i soggetti coinvolti nelle transazioni siano, o possano anche solo apparire, in conflitto di interesse. Si determina un “Conflitto di interesse” nel caso in cui interessi personali o estranei alla Società influenzano e inquinano l’obiettività di giudizio e le scelte di un Destinatario del Codice nell’ambito del ruolo posseduto nella Società.

  • ONESTÀ, LEALTÀ E TRASPARENZA

Nello svolgimento delle attività e nelle relazioni di qualunque tipo e natura, i Destinatari del Codice sono tenuti ad agire e comunicare in maniera sincera e trasparente, in conformità a principi morali ritenuti universalmente validi e rispettando sempre con diligenza le leggi vigenti, il presente Codice e ogni altra procedura interna. Gli atteggiamenti dei Destinatari del Codice devono essere improntati dai valori di correttezza, mantenendo le promesse iniziali e assicurando sempre la coerenza fra i comportamenti effettivi e gli ideali dichiarati. Inoltre, i Destinatari del Codice sono sempre tenuti a fornire alle controparti informazioni chiare, veritiere e trasparenti così da consentire ad esse di prendere decisioni autonome e consapevoli degli interessi coinvolti, delle alternative e delle conseguenze rilevanti. La Società si impegna a porre gli obiettivi, di organizzare il lavoro, a definire le proprie procedure operative e promuovere le condizioni di lavoro in modo da favorire sempre i medesimi principi. Il fine del perseguimento dell’interesse della Società non può mai giustificare una condotta che si discosti dai principi di onestà e correttezza.

  • EQUITÀ DELL’AUTORITÀ

Nella sottoscrizione e nella gestione dei rapporti contrattuali che implicano l’instaurarsi di relazioni gerarchiche, la Società si impegna a fare in modo che l’autorità sia esercitata con equità e correttezza evitandone ogni abuso.

  • TUTELA DELLA PERSONA

La Società si impegna a preservare l’integrità fisica e morale di tutti i propri dipendenti e collaboratori. Non sono tollerate condotte, richieste o minacce volte a indurre comportamenti lesivi della integrità fisica o della dignità personale di ciascuno.

  • RISERVATEZZA

La Società assicura la riservatezza delle informazioni in proprio possesso e le utilizza nel rispetto delle norme vigenti. I Destinatari del Codice sono tenuti a non utilizzare e non divulgare informazioni riservate per scopi diversi da quelli per i quali sono autorizzati e non connessi con l’esercizio delle proprie mansioni lavorative e comunque sempre all’interno della Società. Il trattamento e la divulgazione di dati personali di collaboratori o terzi avvengono in conformità alle specifiche leggi vigenti. Inoltre, la Società vincola eventuali soggetti terzi, a cui intende comunicare informazioni riservate, al rispetto di specifici patti di riservatezza.

  • LIBERA CONCORRENZA

La Società riconosce la libera concorrenza in un’economia di mercato quale fattore decisivo di crescita e costante miglioramento aziendale. La Società rispetta le disposizioni di legge vigenti in materia, non pone in essere comportamenti ingannevoli e, comunque, non abusa di posizioni dominanti e si astiene da ogni forma di concorrenza sleale.

5.     REGOLE DI CONDOTTA NEGLI AMBITI SPECIFICI

  • QUALITÀ DEI SERVIZI

Il successo della Società dipende dalla fiducia e dalla soddisfazione dei clienti. La Società è quindi impegnata a fornire servizi che offrono valore ai clienti e a mantenere la fiducia dei clienti nei suoi servizi in base a qualità, affidabilità e sicurezza. Pertanto, la Qualità è una componente prioritaria nella cultura della Società. In particolare, la Società cura la soddisfazione dei propri Clienti, sia attuali che potenziali, le loro richieste e le loro aspettative, con l’intento di fornire, nel proprio settore di attività, servizi sempre competitivi, con garanzia di massima professionalità, flessibilità e alto standard qualitativo.

  • VALORE DEI COLLABORATORI

I collaboratori rappresentano patrimonio essenziale per l’esistenza e lo sviluppo della Società, che riconosce nella professionalità e nell’impegno dei collaboratori valori imprescindibili per il raggiungimento dei propri obiettivi. Pertanto, la Società tutela le proprie risorse umane e promuove la loro soddisfazione sul luogo di lavoro. Nella gestione dei rapporti che implicano l’instaurarsi di relazioni gerarchiche, la Società esige che il potere organizzativo e gestionale del superiore gerarchico sia esercitato con equità e correttezza, sanzionando ogni comportamento che possa in qualunque modo ledere la dignità personale e professionale del collaboratore sottoposto. La Società s’impegna ad assicurare un ambiente di lavoro in cui i rapporti tra colleghi siano improntati alla lealtà, correttezza, collaborazione, onestà, rispetto e fiducia reciproca.

  • RESPONSABILITÀ VERSO LA COLLETTIVITÀ

La Società, consapevole dell’influenza, anche indiretta, che le proprie attività possono avere sulle condizioni, sullo sviluppo economico e sociale e sul benessere generale della collettività in cui opera, intende condurre le sue attività nel rispetto dei diritti universali dell’uomo, nel rispetto delle comunità locali e nazionali, sostenendo iniziative di valore culturale e sociale.

  • SICUREZZA SUL LAVORO

La Società adotta le misure necessarie per la protezione della salute e sicurezza dei lavoratori. Inoltre, la Società sviluppa una continua opera di informazione, sensibilizzazione e formazione mirata al contributo attivo di tutti i Destinatari del Codice nel perseguimento dei migliori e crescenti standard di sicurezza e salute. Pertanto, i Destinatari del Codice, sia a livello apicale sia operativo, devono osservare i regolamenti interni e le leggi in vigore in materia di sicurezza sul lavoro.

  • TUTELA DELL’AMBIENTE

La Società considera l’ambiente, un bene fondamentale e si impegna ad operare nel suo rispetto. A tal fine la Società programma le proprie attività ricercando un equilibrio tra iniziative economiche e imprescindibili esigenze di tutela dell’ecosistema, in considerazione e a salvaguardia dei diritti delle generazioni future. La Società valuta e monitora le conseguenze ambientali delle proprie attività, con un’attenzione continua affinché si svolgano, oltre che in conformità alle direttive nazionali ed internazionali in materia, nel rispetto dell’ambiente e della salute pubblica.

  • RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, CON GLI ENTI PUBBLICI E CON GLI ORGANISMI DI CONTROLLO

I Destinatari del Codice che intrattengono per conto della Società rapporti con dirigenti, funzionari o dipendenti della Pubblica Amministrazione o di enti pubblici, ovvero, in ogni caso, con Pubblici Ufficiali o Incaricati di un Pubblico Servizio (sia italiani sia di altre nazioni) devono osservare la normativa vigente, improntando la propria attività ai principi di legalità, correttezza e trasparenza. I rapporti con gli organismi di controllo devono essere inoltre improntati alla completezza, veridicità e correttezza dell’informazione. Non potranno essere taciute o distorte le informazioni che, in base alla normativa vigente o secondo buona fede e valutazione prudente, debbano essere comunicate agli organismi di controllo preposti aziendali e a quelli esterni alla Società.

  • RAPPORTI CON LA CLIENTELA

La Società si pone come obiettivo principale la piena soddisfazione delle esigenze dei propri Clienti nell’ambito di rapporti improntati dai principi della legalità, correttezza e trasparenza. I Destinatari del Codice sono tenuti alla prontezza e alla proattività nei comportamenti richiesti dal proprio ruolo finalizzati al raggiungimento di tale obiettivo. Inoltre, la Società si impegna a non discriminare arbitrariamente i singoli Clienti, a fornire prodotti e servizi di alta qualità che soddisfino le ragionevoli aspettative del Cliente, ad attenersi a verità e completezza dell’informazione nelle comunicazioni pubblicitarie, commerciali o di qualsiasi altro genere.

  • RAPPORTI CON I FORNITORI

La Società riconosce la rilevanza dei Fornitori nell’assicurare gli elevati standard di qualità dei servizi offerti alla clientela e nel miglioramento della propria competitività complessiva. Per questo motivo la Società seleziona i Fornitori attraverso scrupolose verifiche delle loro competenze, professionalità, orientamento ad alta qualità ed etica nello svolgimento della propria attività. Nella gestione delle relazioni con i Fornitori, incluso quelli potenziali, la Società si impegna ad attenersi ai principi di legalità, trasparenza, correttezza e lealtà. Qualora si verifichino violazioni del codice etico, i rapporti con i fornitori potranno essere risolti.

  • RAPPORTI CON LE AZIENDE CONCORRENTI

La Società concorre sul mercato in conformità a tutte le leggi applicabili in materia di concorrenza e senza promuovere o partecipare ad accordi o contratti anticoncorrenziali con le altre aziende. I Destinatari del Codice non possono prendere accordi, anche informali, con concorrenti finalizzati a manipolare o dividere il mercato o la clientela, boicottare il consumatore finale, né porre in essere tentativi di monopolio di mercato o di quote di esso. Accordi come joint venture, fusioni e acquisizioni o contratti di appalto in esclusiva, possono dare luogo a lesioni della libera concorrenza e devono essere deliberati e autorizzati dagli organi amministrativi.

  • RAPPORTI CON PARTITI POLITICI, ORGANIZZAZIONI SINDACALI, ASSOCIAZIONI ED ALTRI ENTI RAPPRESENTATIVI

La Società può sostenere l’attività di comitati, partiti e movimenti politici, organizzazioni sindacali, associazioni o enti rappresentativi anche mediante l’elargizione di risorse finanziarie. Detti contributi finanziari devono essere erogati e deliberati dal Consiglio di Amministrazione, che ne verifica il rispetto secondo le leggi vigenti, e sono circoscritti nell’ambito di determinati progetti e iniziative.

  • RAPPORTI CON I MEDIA

I rapporti con i mass media sono tenuti esclusivamente dalle funzioni aziendali a ciò delegate, anche a garanzia di omogeneità della comunicazione. E’ pertanto fatto divieto a tutti gli altri Destinatari del Codice di diffondere notizie inerenti la Società senza la preventiva autorizzazione della funzione preposta. Tutti i destinatari devono astenersi, inoltre, dal diffondere notizie false o fuorvianti, che possano trarre in inganno la comunità esterna.

  • SPONSORIZZAZIONI E PATROCINI

Le attività di sponsorizzazione e di patrocinio possono avere ad oggetto manifestazioni, eventi ed iniziative di carattere sportivo, culturale, scientifico, sociale, umanitario o ambientale ovvero che riguardino altri temi di interesse generale, purché queste offrano garanzia di serietà e qualità. In ogni caso, nella stipulazione dei contratti di sponsorizzazione o patrocinio, la Società tiene una condotta trasparente ed evita qualsiasi pressione sui soggetti interessati.

6.        INFORMAZIONI RISERVATE E TUTELA DELLA “PRIVACY”

La Società cura l’applicazione ed il costante aggiornamento di specifiche procedure finalizzate alla tutela delle informazioni. Ciascun destinatario del Codice, con riferimento ad ogni notizia appresa in ragione della propria funzione lavorativa, è obbligato ad assicurarne la riservatezza, anche al fine di salvaguardare il know-how tecnico, finanziario, legale, amministrativo, gestionale e commerciale della Società. In particolare, ciascun soggetto è tenuto a:

  • acquisire e trattare solo le informazioni ed i dati necessari alle finalità della funzione di appartenenza e in diretta connessione con quest’ultima;
  • acquisire e trattare le informazioni ed i dati stessi esclusivamente entro i limiti stabiliti dalle procedure adottate in materia dalla Società;
  • conservare i dati e le informazioni in modo da impedire che possano venire a conoscenza di soggetti non autorizzati;
  • comunicare i dati e le informazioni in conformità alle procedure stabilite o su espressa autorizzazione dei superiori gerarchici e, comunque, in caso di dubbio o incertezza, dopo aver accertato (rivolgendosi ai superiori o riscontrando oggettivamente nella prassi aziendale) la divulgabilità nel caso specifico dei dati o delle informazioni;
  • assicurarsi che non esistano vincoli assoluti o relativi alla divulgabilità dei dati e delle informazioni riguardanti terzi collegati alla Società da rapporti di qualsiasi natura e, se del caso, richiederne il consenso.

La Società si impegna a tutelare, nel pieno rispetto delle disposizioni di cui al Regolamento (UE) 2016/679 e al D. Lgs. n. 196/2003 e D. Lgs. n. 101/2018 in materia di protezione dei dati personali o delle leggi locali per le Società estere, i dati personali acquisiti, custoditi e trattati nell’ambito della propria attività, al fine di evitare ogni utilizzo illecito, o anche solo improprio, di tali informazioni.

In particolare, la Società adotta apposite procedure standard allo scopo di:

  • fornire agli interessati un’adeguata informativa sulle finalità e le relative modalità di trattamento e conservazione dei dati;
  • identificare le ipotesi in cui il trattamento, la comunicazione e la diffusione dei dati debbono essere precedute ex lege dall’acquisizione del consenso dell’interessato;
  • adottare le misure di sicurezza volte ad evitare la perdita, la distruzione e il trattamento non autorizzati o lo smarrimento dei dati personali custoditi dalla Società;
  • stabilire le regole applicative per l’esercizio dei diritti riconosciuti dalla vigente normativa ai soggetti passivi del trattamento.

Roma, 28 giugno 2021

Il Presidente del Cda e rappresentante legale di Leganet S.r.l.

Alessandro Broccatelli


[1] Art. 2104 c.c.: Diligenza del prestatore di lavoro.

Il prestatore di lavoro deve usare la diligenza richiesta dalla natura della prestazione dovuta, dall’interesse dell’impresa e da quello superiore della produzione nazionale. Deve inoltre osservare le disposizioni per l’esecuzione e per la disciplina del lavoro impartite dall’imprenditore e dai collaboratori di questo dai quali gerarchicamente dipende.

[2] Art. 2106 c.c.: Sanzioni disciplinari.

L’inosservanza delle disposizioni può dar luogo alla applicazione di sanzioni disciplinari, secondo la gravità dell’infrazione.