Home » Fotovoltaico, 80mila nuovi impianti in Italia nel 2021: il 4% della potenza è concentrata nella Pubblica Amministrazione

Fotovoltaico, 80mila nuovi impianti in Italia nel 2021: il 4% della potenza è concentrata nella Pubblica Amministrazione

In Italia, a fine 2021, risultano installati circa 1.016.000 impianti fotovoltaici, per una potenza complessiva di 22,6 GW e una produzione poco superiore a 25 TWh. Gli oltre 80.000 nuovi impianti entrati in esercizio nel corso dell’anno hanno incrementato di quasi 940 MW la potenza installata del Paese, confermando il trend di crescita degli ultimi anni. Le installazioni realizzate nel corso del 2021 riguardano principalmente impianti con potenza inferiore a 20 kW. Di seguito i dati del Rapporto statistico 2021, pubblicati da GSE (Gestore Servizi Energetici).


Su un totale stimato di circa 115 TWh di energia elettrica complessivamente prodotta in Italia nel 2021 da fonti rinnovabili, il fotovoltaico ha coperto una quota poco inferiore al 22%, attestandosi al secondo posto, tra le varie fonti, dopo l’idroelettrico (39%).

Il 36% della potenza fotovoltaica complessiva a fine 2021 (poco più di 8,0 GW) è rappresentata da impianti collocati a terra; in media, la superficie lorda occupata da ogni MW installato è pari 1,9 ettari.

FOTOVOLTAICO DIFFUSO IN TUTTI I SETTORI ECONOMICI: LOMBARDIA IN TESTA PER NUMERO DI IMPIANTI INSTALLATI


La Lombardia si conferma la Regione con il maggior numero di impianti fotovoltaici (oltre 160.000, che concentrano il 12% della potenza complessiva installata nel Paese), seguita dal Veneto (circa 148.000 impianti). La regione con maggiore potenza installata è invece la Puglia, con quasi 3 GW (13,0% del totale nazionale). Più in generale, la potenza complessivamente installata in Italia a fine 2021 si concentra per il 45% nelle regioni settentrionali, per il 37% in quelle meridionali, per il restante il 18% in quelle centrali.

Il Rapporto statistico evidenza inoltre come il fotovoltaico sia ormai diffuso in tutti i settori economici: agricoltura, industria, terziario (in cui la Pubblica Amministrazione concentra il 4% circa della potenza installata) e residenziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.